A fine mese congresso Pd, Di Cristina: “Niente giunta ma collaboriamo per la città”

 
0
Di Cristina esclude un ritorno in giunta ma non chiude al dialogo su questioni che toccano la città

Gela. Il Partito democratico cittadino si prepara a cambiare volto, perlomeno al vertice. Il congresso, anche se manca la data ufficiale, si terrà a fine mese. L’indicazione precisa dovrebbe arrivare entro domani. Il segretario provinciale Peppe Di Cristina sta conducendo in porto una trafila che è stata piuttosto lunga, principalmente per quanto imposto dall’emergenza Covid. I nomi per la guida in città non mancano, dall’ex consigliere comunale Guido Siragusa all’attuale rappresentante del partito all’assise civica (nonché già presidente del consiglio comunale) Alessandra Ascia. In realtà, la svolta politica risale già a prima della scorsa estate, quando Di Cristina e i dirigenti locali del partito decisero di uscire dalla giunta e lasciare l’esperienza “arcobaleno” dell’amministrazione Greco. Di Cristina, anche in vista del congresso, è piuttosto chiaro. “Giunta? Escludo che il Pd possa farne parte”. Da mesi si rincorrono voci di una ripresa del feeling politico tra il sindaco Lucio Greco e i vertici democratici. L’addio alla giunta non è stato affatto traumatico e non ha dato il via ad alcun muro contro muro. Oggi, però, Di Cristina e i suoi sembrano preferire altre formule. “Su questioni che riguardano la città non ci tireremo mai indietro – dice ancora il segretario provinciale – siamo pronti a collaborare e a dare il nostro contributo”. Il posto in giunta lasciato vacante dai dem, tale è rimasto. Greco continua ad occuparsi della delega all’ambiente e ai rifiuti, che era stata assegnata alla dem Grazia Robilatte. Il Pd in giunta, con un rientro per certi versi clamoroso, almeno per ora sembra un piano politico piuttosto remoto. I prossimi saranno mesi ancora più intensi.

Di Cristina dovrà preparare l’affondo finale per la candidatura alle regionali e questa scadenza dirà molto sull’effettivo peso politico dei dem, non solo in città ma anche in provincia. Sul percorso dell’attuale segretario provinciale, ormai non è una novità, c’è anche il benestare del ministro per il Sud Giuseppe Provenzano, che è da tempo un riferimento politico quasi decisivo per i democratici locali. Potrebbe addirittura partecipare al congresso cittadino, probabilmente in video-collegamento. Una presenza al momento non confermata. Dall’esponente del governo Conte di recente è arrivata la proposta di un rilancio economico del territorio, anche attraverso il Contratto istituzionale di sviluppo. Ipotesi che pare già aver riaperto il canale del dialogo istituzionale, anche con il sindaco Greco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here