Condotta agraria, Greco e Mancuso: “Uffici non chiudono abbiamo chiesto di potenziarli”

 
0
C'è stato un incontro tra Greco e Mancuso (immagini di repertorio)

Gela. Come già accaduto solo pochi mesi fa, sulla Condotta agraria arrivano le rassicurazioni del sindaco Lucio Greco e del deputato regionale di Forza Italia Michele Mancuso. La loro linea è la solita, “gli uffici in città non chiuderanno”. Allo stato attuale, nella sede locale c’è un unico operatore, mentre a tutti gli altri addetti sono stati notificati i nulla osta per il passaggio in altre strutture. “Non ci sarà nessuna chiusura, ma anzi la struttura sarà rilanciata. Ecco perché occorre fare qualche precisazione – spiegano in una nota Greco e Mancuso – per evitare che ancora una volta queste fake news, classiche di chi vive la politica delle polemiche sterili, possano screditare la comunità gelese e, ancor peggio, possano disorientare i cittadini. Forse chi ha tentato di intestarsi una battaglia inutile e inesistente non sa che gli uffici denominati Condotte agrarie sono stati soppressi nel 2015 e sostituiti dagli Uffici intercomunali agricoltura. Questa unità operativa periferica dell’Ispettorato dell’agricoltura di Caltanissetta è costituita da due sedi. La principale, sita in via Palazzi, e uno sportello verde presso il mercato ortofrutticolo di Niscemi. Entrambe offrono con efficienza i servizi agli agricoltori dei due comuni, perché appartengono allo stesso comprensorio, cioè quello di Gela. All’interno dei locali di via Palazzi, è presente l’Unità operativa fitosanitaria di Caltanissetta ed Enna, che non fa parte dell’Ispettorato dell’agricoltura di Caltanissetta. A seguito del trasferimento del dirigente responsabile dell’Uia di Gela e di altri quattro dipendenti, nell’ufficio risulta ancora incardinato un operatore e il personale dell’Unità fitosanitaria non è stato oggetto di trasferimento”.

In ogni caso, nella struttura cittadina ci sono enormi carenze di personale, in quello che è il territorio cardine del comparto agricolo della Piana. L’assenza delle necessarie risorse di personale viene ammessa sia dal sindaco che dal deputato forzista. “Il dirigente dell’Ispettorato dell’agricoltura di Caltanissetta, Giuseppe Calafiore, ha più volte interloquito con noi – aggiungono – per cercare di risolvere le criticità dovute alla mancanza di personale nella sede di via Palazzi. Già ieri, con una disposizione ispettoriale, è stato deciso che lo sportello Verde di Niscemi supporterà gli agricoltori delle due sedi, poiché fanno parte del comprensorio istituzionale dell’Uia di Gela. Inoltre, l’ispettore dell’agricoltura di Caltanissetta ha disposto che in caso di necessità di istruttoria possono intervenire gli uffici delle Uia di Mazzarino e Mussomeli tramite Pec o e-mail istituzionale. La mancanza di personale presso la sede di via Palazzi allo stato attuale è pienamente monitorata. Così come avevamo anticipato ci siamo già attivati per il potenziamento della sede di via Palazzi presso gli uffici del dirigente generale del Dipartimento regionale dell’agricoltura, garantendo anche la collaborazione con l’Ispettorato dell’agricoltura di Caltanissetta per superare la criticità”. Anche dalle parole di Greco e Mancuso emerge però che la struttura locale non riesce affatto ad avere piena efficienza, soprattutto in termini di personale. I civici di “Una Buona Idea”, a Palazzo di Città alleati del sindaco e dello stesso Mancuso, hanno chiesto spiegazioni soprattutto a “chi aveva dato garanzie” sull’intera vicenda.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here