Un’unica mano dietro alla rapina ad una giovane prostituta e all’incendio di un negozio

 
0

Gela. Una doppia perizia psichiatrica, questa volta ammessa dai giudici della Corte d’appello di Caltanissetta.

duecci pianetagusto
La rapina e l’incendio. E’ sotto valutazione, quindi, la capacità d’intendere e di volere di Domenico A., accusato, in due diversi procedimenti penali, di aver rapinato una giovane prostituta alle porte della città e di essere dietro all’incendio appiccato nei pressi dell’ingresso di un’attività commerciale, in centro storico.
lilium comar
In primo grado, il disoccupato è stato condannato per entrambi i fatti. Il suo legale di fiducia, l’avvocato Francesco Enia, ha però impugnato le sentenze, ottenendo la sottoposizione dell’imputato proprio ad una perizia che possa accertarne la condizione mentale al momento di commettere i fatti. La rapina alla giovane prostituta, lungo un tratto della Gela-Catania, venne messa a segno insieme ad un complice, già condannato. Le fiamme ai cartoni collocati davanti all’attività commerciale, invece, vennero appiccate dal solo Astuto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here