“Voglio una direzione sanitaria stabile”, l’assessore Gnoffo si rivolge all’Asp Cl2

 
0
Il sindaco Lucio Greco e l'assessore Nadia Gnoffo

Gela. Assenza stabile di un direttore e giro di vite sui controlli per limitare l’acceso dei visitatori in ospedale. Sono queste le priorità chieste alla direzione strategica dell’Asp di Caltanissetta dall’assessore alla Sanità, Nadia Gnoffo, in intesa con il sindaco. Lucio Greco.

Preoccuperebbe, e non poco, il duplice incarico del palermitano Luciano Fiorella chiamato a guidare i due principali presidi ospedalieri dell’Asp di Caltanissetta: il “Vittorio Emanuele” e il “Sant’Elia” ad interim.

Per l’assessore Gnoffo la priorità è “avere il territorio coperto” da un punto di vista di servizi sanitari. “Che la task force aziendale dell’Asp cl2 – spiega la forzista Nadia Gnoffo – controlli costantemente il territorio con una attivazione della usl con tamponi rapidi anche a domicilio come le visite”.

La giunta Greco punta anche alla tutela delle persone fragili, in prospettiva della trasformazione in centro covid-19 dell’ospedale, necessaria a seguito della particolare incidenza dei contagi da covid-19.

“L’ospedale che vanta molte eccellenze deve avere una direzione sanitaria stabile – spiega l’assessore Gnoffo – Bisogna limitare l’accesso e assicurare il rispetto attuativo di quanto previsto dal decreto ministeriale. L’ospedale è un luogo potenzialmente fragile con pazienti all’interno che devono essere tutelati. Ad oggi la struttura di via Palazzi resta un luogo ad alto rischio – aggiunge la forzista della giunta Greco – considerata l’affluenza non regolata dei visitatori. Non occorre essere virologi per capire che il controllo della temperatura corporea possa escludere la positività o meno di una persona”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here