Anche un anno di attesa per il trattamento di bimbi affetti da deficit psico-fisici

 
0
Paolo Capici, presidente dell'associazione H

Gela. L’associazione H ha denunciato gravissimi ritardi per i trattamenti riabilitativi dei bambini dagli 0 ai 5 anni. Paolo Capici ha scritto alle autorità sanitarie e politiche per segnalare i lunghissimi tempi di attesa che riguardano il trattamento precoce di bambini affetti da deficit psico-fisici e sensoriali fascia 0-5 anni che invece debbono aspettare da 8 mesi a più di un anno per vedersi riconoscere un sacrosanto ribadito da tutte le leggi nazionali e regionali.

Nel dimenticatoio sono rimaste altresì le richieste di aperture di centri diurni per soggetti psichici e disabili fisici che, attraverso una diligente politica di turn over, avrebbero consentito i trattamenti primari per i minori della fascia citata ed anche per i soggetti stabilizzati che dai centri di riabilitazione potrebbero frequentare i centri diurni sociali e sanitari, con ampio risparmio di spesa e grande sollievo per le famiglie. Spesso le famiglie sono costrette rivolgersi ai legali che riescono ad ottenere ciò che invece sarebbe dovuto per diritto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here